Immersioni - Enfola Diving Center
mappa siti finale.png

Più di 30 punti di immersione e tanti altri ancora da scoprire in questi meravigliosi fondali elbani. 

Quasi tutte le immersioni sono esplorabili a diverse profondità e sono adatte a tutti i livelli di brevetto. Ogni gruppo sarà accompagnato da una guida.
Le immersioni prevedono profili in curva di sicurezza, rispetto dei tempi e delle profondità pianificate nel briefing, no Deco Stop e sempre una sosta di sicurezza a 5 metri di 3 minuti.
 

Scoglietto - Franata delle Cernie (6m-25m)

Scoglietto - Franata delle Cernie (6m-25m)

Situata All’interno dell’area marina protetta,nella parte sud-est dello Scoglietto. E’ Un pianoro di massi e Posidonia profondo 5m-6m dominato da nuvole di Castagnole e Salpe , che degrada in una franata fino ai 18m-24m. Ricca di anfratti e spaccature l’immersione raccoglie tutte le caratteristiche della flora e della fauna mediterranea. Si trovano infatti branchi di saraghi in formazione, Musdee, Scorfani e Murene che si nascondono tra le rocce. Le pareti sono arricchite di spugne incrostanti rosse e gialle coloratissime dove si possono trovare nudibranchi. Franata delle Cernie prende il nome dalle numerose e particolarmente grandi Cernie che si adagiano sui massi lasciandosi avvicinare dai sub. Incontri non rari: Barracuda, Aquile Di Mare. Incontri Speciali:  Pesci San Pietro, Rane Pescatrici.

Scoglietto - Franata Nord (4m-12m)

Scoglietto - Franata Nord (4m-12m)

Zona nord dello Scoglietto. Il fondale da un pianoro di 4m degrada dolcemente fino ai 12m sulla sabbia. Caratterizzato da massi bianchi incrostati di spugne verdi e gialle, ciuffi di Posidonia, tane di Cernie e Corvine, ed intorno Castagnole e Saraghi che nuotano. Immersione relax ideale per i primi livelli che hanno a disposizione un vasto repertorio di organismi marini da osservare.

Scoglietto - I Grottoni (26m-36m)

Scoglietto - I Grottoni (26m-36m)

Zona Nord-Est dello Soglietto. Tuffo nel blu 0m-21m fino ad una lingua di sabbia che porta ai tre “Grottoni”. Tre spaccature orizzontali nella roccia, questi Grottoni sono uno spettacolo unico per i colori e per lo scenario che offrono. Percorrendoli si ammirano le spugne incrostanti rosse e le Aplysine gialle su cui non è raro trovare nudibranchi di discrete dimensioni e ricci diadema. Sotto di noi sulla sabbia possiamo ammirare i Cerianti e sopra di noi sulla volta, le nostre bolle che fanno da specchio. Nel blu intorno troviamo sagome di Cernie, Dentici a branchi, Aquile Di Mare, e Barracuda solitari. Incontri Speciali: Pesci Luna.

Scoglietto - Il Cristo (0m-40m)

Scoglietto - Il Cristo (0m-40m)

Zona Nord dello Scoglietto. La discesa nel blu ,spesso in mezzo a branchi di Barracuda, è fino ad un panettone la cui cigliata inizia sui 34m. Ambiente affascinante, ricco di blu, con panettoni di roccia ricchi di vita. Aragoste e gorgonie rosse rendono caratteristica l’immersione insieme ad un bassorilievo di metallo depositata su un pianoro di sabbia raffigurante un Cristo imponente, completamente incrostata di spugne e coralligeno. Questo è il regno dei Nudibranchi coloratissimi. Dietro, una parete di roccia si ricollega alla cigliata che riporta ad una franata di Posidonia dove Dentici solitari o in branco e Cernie si incontrano facilmente. Incontri Speciali: Gattuccio.

I Dufrè (7m-20m)

I Dufrè (7m-20m)
I famosi 2 fratelli, 2 scoglietti gemelli che Napoleone vedeva dalla sua villa dall’alto di Portoferraio. Una simpatica e colorata discesa in parete di uno dei due scoglietti fino ai 7m-8m dove sono stati visti branchi di miliardi di Salpe che con le loro livree creano una luce veramente singolare. Il fondale degrada fino ai 20m su massi, Posidonia e sabbia ed è un divertimento cercare ogni più piccolo organismo, dai Nudibranchi ai polpi in tana, dai granchietti nelle anemoni ai Gronghi che sporgono con il loro simpatico musino, in questo semplice e rilassante percorso subacqueo.

Le Piane Alte (0m-42m)

Le Piane Alte (0m-42m)
Dallo Scoglietto in direzione nord-ovest. Una Discesa nel blu da 0m a 34m,in un anfiteatro di roccia che scende fino ai 40m e oltre. Paesaggio particolare,è dato da una distesa di gorgonie gialle e un tipico fondale mediterraneo in cui spaccature e anfratti fanno da dimora a qualche grossa Aragosta, a Cernie di notevoli dimensioni e Corvine. Essendo una cigliata a largo dalla costa è un punto di passaggio di pesci pelagici il cui incontro non è raro.

La Secca di Santa Lucia (8m-22m)

La Secca di Santa Lucia (8m-22m)
Una delle immersioni più belle di tutta l’Isola d'Elba. Secca con cappello a 8m, scende fino a 22m su sabbia. Vale la pena visitare questo sito di immersione per la ricchezza di vita che offre. Sul cappello branchi di Barracuda in caccia in mezzo a nuvole di Castagnole. La roccia presente spaccature e anfratti in cui i Gronghi dimorano da anni e si possono trovare Murene e polpi in tana in abbondanza. Ogni cm è da osservare; nudibranchi e crinoidi si distinguono per i loro colori e in una parete immensa di Parazoanthus che regala emozioni per la bellezza dei suoi polipi gialli sempre aperti. Granchietti nascosti tra le anemoni e Corvine, Scorfani e Scorfanotti arricchiscono ulteriormente il panorama. Secca ideale per le immersioni notturne in cui sono quasi assicurati gli incontri con Alicia Mirabilis.
Incontri Speciali: Ricciole in branco, Rana Pescatrice.

CapoEnfola - Lo Scoglio della Nave (0m-24m)

CapoEnfola - Lo Scoglio della Nave (0m-24m)

Scoglio affiorante fuori dal promontorio dell’Enfola. La parete si percorre per tutto il perimetro circolare che dalla superficie arriva ai 18m-24m. Punto di passaggio di pesci pelagici nel blu, si possono anche osservare Barracuda e grandi branchi di Dentici. La parete è ricca di gorgonie gialle cresciute tra ammassi di spugne rosse, e piena di ogni specie di spugne verdi e falso corallo rosso. Molti anfratti ospitano Gronghi e Murene e non è difficile vedere passare qualche Cernia sul pianoro a 14m-16m che si congiunge al fondo di sabbia. Poi Polpi, Donzelle e Nudibranchi coloratissimi in quantità, specialmente nella zona di superficie 6m-5m.

Incontri Speciali: Magnose, Aquile Di Mare.


CapoEnfola - Il Carrello portamine (18m-40m)

CapoEnfola - Il Carrello portamine (18m-40m)

Poco fuori dallo scoglio affiorante di Capo Enfola, da una secca a 18m una finestra nel blu invita a proseguire su di una cigliata  fino ai 40m sulla sabbia, dove il blu si confonde con il fondale. La parete ricca  di anfratti ospita Aragoste, Musdee e Ricci Matita. La franata di roccia è completamente ricoperta di gorgonie gialle tra cui singolare una gorgonia rossa si distingue da tutte le altre. Sulla sabbia a 40m un carrello portamine della Seconda Guerra Mondiale incrostato da spugne rosse e gialle, è spesso abitato al suo interno da Murene o Gronghi di grandi dimensioni.

Incontri Speciali: Pesci Luna, Aquile Di Mare e Rana Pescatrice.


La Secca della Leccia (30m-47m)

La Secca della Leccia (30m-47m)

Tuffo nel blu 0m-30m. Dal cappello già si scorgono i meravigliosi ventagli di gorgonie rosse che si trovano lungo la franata della secca. Rarissimi rami di Parerythropodium Coralloides abbondano invece su questa roccia. La profondità rende particolare l’atmosfera attorno a questo grande masso circondato da Anthias e le spaccature nella roccia ospitano spesso Gronghi ed una particolare ancora romana, dimora in questo fondale ricordando l’infinito tempo che scorre su di lei. Si pensa che il nome della secca derivi dai branchi di Lecce che si vedevano passare in questa zona e che oggi purtroppo si incontrano molto raramente.
Incontri Speciali: Gattuccio.


Le tre secche (12m-35m)

Le tre secche (12m-35m)

Tre secche che si percorrono in mezzo a Castagnole e Donzelle. La prima 12m-18m è ricca di tane di Murene e incrostazioni di spugne rosse, la seconda 18m- 23m è intervallata da sabbia e Posidonia con branchi di Saraghi e Salpe. La terza dai 24m ai 35m è  una cigliata che degrada pian piano ricca di spugne gialle massive, Cerianthus, gorgonie bianche, polpi e Nudibranchi che destano la nostra attenzione per i loro colori particolari. Incontri Speciali: branchi di Dentici e Palamite.


Lo Spizzichino (8m-20m)

Lo Spizzichino (8m-20m)

Rilassante e semplice immersione per osservare tutte le caratteristiche del nostro bel fondale mediterraneo. Un pianoro di massi e Posidonia su cui si possono trovare Tordi e Scorfani e che poi prosegue in una franata fino ai 20m. Nuotano vicino alla roccia Saraghi e Salpe in grande quantità e sbirciando tra si scoprono polpi, e stelle marine di un rosso brillante.  E’ facile imbattersi in anemoni che custodiscono granchietti e in Castagnole in branco. Nostro sito di immersione preferito per le immersioni notturne.
Di notte è facile ammirare Seppie, Polpi, la Polpessa e avendo fortuna l’affascinante Alicia Mirabilis aperta.


Secca del Viticcio (28m-43m)

Secca del Viticcio (28m-43m)

Una secca ricchissima di vita, tra gli Anthias rosa e le gorgonie rosse. Particolare è il picco di roccia completamente ricoperta di Parazoathus giallo e poco distante è visibile un rarissimo alcionario rosso veramente unico tra questi fondali. Negli anfratti e spaccature della roccia si nascondono Gronghi e Murene e appesi ai rami delle gorgonie rosse le uova di Gattuccio provano la presenza sicura di questi esemplari. Sul cappello a 28m-30m spesso passano branchi di Barracuda.


Punta Penisola (3m-18m)

Punta Penisola (3m-18m)

Punto d’immersione ideale per i sub principianti e per i fine corso. Un pianoro a 3m di massi offre scenari di piccola flora come alghe e spugne di ogni specie, Nudibranchi dai colori vivaci e piccoli polpi in tana. Il pianoro degrada su sabbia e ciuffi di Posidonia sui 10m-15m in cui branchi di Saraghi e Castagnole  si trovano in abbondanza. Sul fondo Sogliole e Ghiozzi stanno tranquillamente adagiati a guardare i sub che nuotano sopra di loro.

 


Marciana Marina – Punta del Nasuto (4m – 40m)

Marciana Marina – Punta del Nasuto (4m – 40m)

Costa Nord-Ovest dell’isola, primo promontorio sporgente dopo il porto di Marciana Marina.                           
1°profilo: un pianoro di Posidonia e massi si percorre fino ad una cigliata sui 18m – 20m dove un panettoncino si stacca verso il largo. Ricca di anfratti e spaccature la roccia ospita Murene, polpi e spesso Granceole che si mimetizzano tra ciuffi di Posidonia.                                        
2°profilo: puntando subito verso il largo, si raggiungono i 26m e poi giù oltre i 35m, incontriamo delle terrazze di roccia e sabbia dalle quali sporgono gorgonie gialle e antenne di aragostine. Lo scenario è veramente particolare e nel blu si possono osservare Barracuda e Dentici di passaggio.
Incontri speciali: Pesce Luna.

 

Marciana Marina - Scoglio Fino (6m- 35m)

Marciana Marina - Scoglio Fino (6m- 35m)

Dove la punta del Nasuto rientra sulla costa, là sotto un grande pianoro di Posidonia si estende da una parete all’altra. Il proseguimento della costa si immerge fino ai 35m – 40m. Dominato da stelle marine di notevoli dimensioni questo punto d’immersione regala colori e vita per la grande quantità di gorgonie gialle e di aragoste che si ritirano negli anfratti. Nelle spaccature si possono trovare Gronghi e Murene e sulla paretina che riporta alla superficie Nudibranchi e polpi che spesso nuotano danzando fuori tana.
Incontri speciali : Barracuda in caccia, Umbraculum.


Marciana Marina - Punta Madonna (8m – 38m)

Marciana Marina - Punta Madonna (8m – 38m)

Il promontorio inesplorato prosegue sott’acqua  formando due selle la prima a 10m la seconda a 18m. 1°profilo: discendendo sulla prima sella si continua girando intorno alla roccia che pullula di Nudibranchi di ogni specie, nuvole di Castagnole. Proseguendo il nostro percorso si arriva alla Statua della Madonnina che è posizionata a 18m nella 2°sella su un pianorino di sabbia e Posidonia e inserita sotto una volta naturale di roccia. Davanti a lei due grandi Pinne Nobilis e intorno la parete ricchissima di incrostazioni gialle e spugne rosse è la dimora di piccole Murene e Cerianthus. Risalendo in parete si trovano spesso molte Cernie di piccole dimensioni. 

2° profilo: puntando nel blu e seguendo la costa  che degrada, si arriva sui 35m - 38m dove gorgonie e spirografi fanno da padroni e agglomerati di filigrana bianchi e Scorfani gialli e rossi attirano l’attenzione. La conformazione della roccia in risalita riporta a visitare la statuina per andare a finire in parete e gustare la sosta di sicurezza tra Nudibranchi e Donzelle.


Formiche della Zanca ( 0m - 50m)

Formiche della Zanca ( 0m - 50m)

Un paesaggio sommerso particolarissimo per questo punto di immersione appena fuori dalla scogliera di Sant'Andrea. Facendosi trasportare dalla corrente spesso anche molto forte si scorgono al di sotto dei 25 metri delle pareti rocciose dominate da gorgonie rosse fino a 50 metri su uno sfondo di sabbia bianca che rende luminoso il blu dell'acqua. Spesso passano Barracuda in gruppo. La parete che si percorre per ritornare alla boa di ormeggio è caratterizzata da canion e spaccature incrostate di spugne, Parazohantus e Nudibranchi di varia specie. Nel blu nuotano nuvole di Saraghi e Castagnole.
Incontri speciali: Astrospartus Mediterraneus.


Relitto Elviscot - Pomonte ( 3m - 12m)

Relitto Elviscot - Pomonte ( 3m - 12m)

Appoggiato su un fianco su un fondale di sabbia a 12m, giace un relitto di un cargo italiano dagli anni '70. Contornato da Castagnole e dall'acqua sempre limpida si scorge la struttura della nave affondata completamente incrostata e piena di vita. Nudibranchi, spirografi e scorci di lamiere nello sfondo cristallino offrono un'immersione unica e un'esperienza adatta a tutti per divertirsi e per provare una emozionante avventura nel relitto più visitato d’Europa.

 

Sfondo
elba.jpg
nitrox.jpg
Immagine 137.jpg
Foto diving nuovo.jpeg
P9230123.JPG
P9294948.JPG
IMG_7587-2.jpg